2017_PropsteiStGerold(c)DarkoTodorovic

Valutazione dell'utente

Qui potete valutare i progetti pubblicati.

Questo progetto non ha ricevuto nessuna valutazione.

Le piace questo progetto? Lo condivida…

Follow us on social media!

Prevostura St. Gerold

St. Gerold / A

Riconoscimento: 2017
Committenza: Kloster Einsiedeln
Archittetura: Hermann Kaufmann, A-Schwarzach
Paesaggistica: Markus Cukrowicz, CH-Winterthur
Statica: M + G Ingenieure, A-Feldkirch, Merz Kley Partner, A-Dornbirn
Costo dell’opera: € 0.98 Mio.
Indice di prestazione energetica: 30.4 kWh / m²a
Anno di costruzione: 2017
Tipo di costruzione: Ristrutturazione
Funzione dell’edificio: Uso colletivo
Tabellen Elemente die nicht gebraucht werden in Table (oben^^) in der Text Ansicht von und mit <tr> bis und mit </tr> löschen oder auskommentieren <!-- *<tr>...</tr>* -->
Tabelle wird durch Projekt Info Felder generiert --->

La prevostura di St. Gerold nel Vorarlberg dipende dal monastero di Einsiedeln. Lo sviluppo ha sempre seguito un filo rosso: ove possibile, i nuovi utilizzi vengono sistemati negli edifici esistenti. Per questa ragione le nuove costruzioni sono realizzate esternamente al grande piazzale antistante l’abbazia. Questo principio è stato seguito anche in occasione dell’ampliamento più recente. Sugli edifici preesistenti sono stati realizzati interventi quali la coibentazione, il rafforzamento delle strutture portanti e il  innovamento del tetto, coperto peraltro con le stesse tegole. Gli interni sono stati ristrutturati utilizzando legno di frassino ricavato dalle foreste di proprietà. Un annesso ospita la gastronomia. Esso è costruito con elementi in legno e rivestito con un tavolato. L’annesso dispone di una ventilazione controllata. Negli edifici preesistenti il clima è garantito per vie naturali. Con l’ampliamento della propria offerta gastronomica e ricettiva, la prevostura mette al sicuro il proprio futuro economico, arricchendo l’offerta culturale e turistica. Hermann Kaufmann, l’architetto, ha la massima cura per il patrimonio esistente e lo amplia in modo mirato. Quest’economia dei mezzi è il modello esemplare di gestione degli edifici risalenti ai secoli scorsi.