Loading...
Portale2020-11-06T20:00:37+01:00

Progetti 2020

Altri Progetti

Fatti

0
Progetti presentati
0
Luoghi della mostra
0
I vincitori felici

Premiati

Il 6 novembre alle ore 18.30 la Svizzera e il Liechtenstein assegnano per la quinta volta il premio di architettura “Constructive Alps” per ristrutturazioni e costruzioni sostenibili nelle Alpi. Tra i 328 progetti presentati, la Giuria premierà dieci progetti particolarmente meritevoli.

La Giuria di “Constructive Alps” premia dieci edifici per la cui realizzazione gli architetti hanno prestato particolare attenzione alle risorse naturali e alle tradizioni costruttive della regione alpina. Gli edifici mostrano come l’architettura possa coniugare estetica e razionalità climatica. Le prime tre posizioni, e quindi il montepremi di 50.000 euro, saranno assegnati a una scuola agraria di San Gallo, uno stabilimento di montaggio nel Vorarlberg e una locanda di montagna a Glarona. Anche il pubblico ha potuto esprimersi e votare il suo preferito.

Premiati
 

Premiazione

Il 6 novembre alle ore 18.30 la Svizzera e il Liechtenstein assegnano per la quinta volta il premio di architettura “Constructive Alps” per ristrutturazioni e costruzioni sostenibili nelle Alpi. Tra i 328 progetti presentati, la Giuria premierà dieci progetti particolarmente meritevoli.

La Giuria di “Constructive Alps” premia dieci edifici per la cui realizzazione gli architetti hanno prestato particolare attenzione alle risorse naturali e alle tradizioni costruttive della regione alpina. Gli edifici mostrano come l’architettura possa coniugare estetica e razionalità climatica. Le prime tre posizioni, e quindi il montepremi di 50.000 euro, saranno assegnati a una scuola agraria di San Gallo, uno stabilimento di montaggio nel Vorarlberg e una locanda di montagna a Glarona. Anche il pubblico ha potuto esprimersi e votare il suo preferito.

Premiati

Progetti 2020

Altri Progetti

Constructive Alps

«Constructive Alps» intende superare i confini nazionali ed è aperto a tutti i Paesi alpini; è un contributo all’attuazione della Convenzione delle Alpi e uno spunto di riflessione per una buona qualità di vita nelle Alpi, dove le ristrutturazioni e le costruzioni sostenibili giocano un ruolo particolarmente importante: nelle Alpi, infatti, gli edifici privati consumano la stessa quantità di energia dell’intero settore dei trasporti. Quest’energia – generata in prevalenza con gasolio e gas naturale – è in gran parte utilizzata per riscaldare e raffrescare gli ambienti. I vecchi edifici mal isolati sono i principali dissipatori di energia. La chiave per un’efficace protezione del clima e quindi per una migliore qualità di vita degli abitanti e dei visitatori delle Alpi è perciò il risanamento e – se necessario – la costruzione di nuovi edifici con materiali regionali ed ecologici. Ulteriori informazioni…

Fatti

0
Progetti presentati
0
Tutte le luoghi della mostra
0
I vincitori felici