Favorito dal pubblico

Cliccate sull’icona per votare il vostro preferito!

Custom Full

Prenova Alpskega Skednja

Stara Fužina 125a, Bohinj / SLO

Nomina: 2020
Committenza: privato
Architettura: Ofis Arhitekti d.o.o
Costo dell’opera: € 95'675
Indice di prestazione energetica: 22 kWh / m²a
Anno di costruzione: 2016
Tipo di costruzione: Ristrutturazione
Funzione dell’edificio: Edilizia privata
Articolo in “Hochparterre”
Tabellen Elemente die nicht gebraucht werden in Table (oben^^) in der Text Ansicht von und mit <tr> bis und mit </tr> löschen oder auskommentieren <!-- *<tr>...</tr>* -->
Tabelle wird durch Projekt Info Felder generiert --->

Che cosa rende speciale questo progetto?

Gli essiccatoi e i fienili sono considerati fabbricati tradizionali che contribuiscono a caratterizzare il tipico paesaggio sloveno. Purtroppo molti di essi non sono svolgono più la loro funzione originaria, per cui sono destinati ad un progressivo degrado o vengono demoliti dai loro proprietari e sostituiti da generici edifici residenziali. Tali interventi privano il paesaggio sloveno della sua tradizione e della sua identità. La misura qui adottata consiste nella ristrutturazione conservativa e nella trasformazione di un fienile alpino in un complesso residenziale per turisti. L’esterno del fabbricato è stato conservato nel rispetto dell’originale. L’interno è stato rifinito con un rivestimento in legno in conformità con la nuova funzione dell’edificio. Il seminterrato ospitava un tempo la stalla e i depositi accessori. In passato il piano superiore era utilizzato per immagazzinare il fieno. Dopo la ristrutturazione i locali utilizzati come deposito o ripostigli sono rimasti nel seminterrato, mentre il piano superiore è stato trasformato in zona giorno per gli ospiti. Anche la tradizionale rampa di accesso inerbita è stata conservata. L’ex area di carico del fieno è ora utilizzata come ingresso principale. Il vestibolo funge anche da terrazza e come graziosa veranda forma il portale d’ingresso nella parte anteriore dell’edificio. In questa zona il legno è stato in parte rimosso e in parte perforato per permettere al locale di essere illuminato in modo discreto e naturale. La copertura originale in tegole di cemento è stata in gran parte conservata. Solo poche tegole danneggiate hanno dovuto essere sostituite con elementi originali. Tutte le rifiniture interne – pavimenti, pareti e mobili – sono state realizzate in legno di abete rosso spazzolato proveniente dalle foreste circostanti.